termoventilatore caminetti caldofa vortice

Termoventilatore per caminetti: Caldofa' di Vortice

Con l'arrivo del freddo, cosa c'è di meglio di sedersi comodamente sul divano, davanti al fuoco? Caldofa di Vortice è un termoventilatore per caminetti, un nuovo elettrodomestico pensato per ridurre l’uso dell’impianto del riscaldamento e ottimizzare quello del caminetto.

Il termoventilatore da caminetto, anche conosciuto come estrattore o recuperatore di calore, è uno strumento che si utilizza nella stagione fredda, in abbinamento ad un classico camino. Serve a riscaldare gli ambienti e a proteggersi dalle basse temperature, minimizzando i consumi di gas, grazie alla sua capacità di recupero del calore generato dalla combustione della legna, di cui tra l’altro riduce il consumo, ottimizzando così il processo di bruciatura.

Il funzionamento del termoventilatore per caminetto Caldofa di Vortice è semplice e immediato: una volta posizionato Caldofa al centro del caminetto e aver acceso il fuoco, il termoventilatore aspira l’aria fredda dalla stanza, la riscalda sfruttando il calore della legna che brucia e la rimette in circolazione. Dopo alcuni minuti con il caminetto ben avviato, si produce “l’effetto riscaldamento” di un termoventilatore, con un costo di
circa 0,005 euro l’ora d’energia elettrica (circa 3600 calorie) e un notevole risparmio sulle spese di riscaldamento.

Tra i vantaggi del termoventilatore per Caminetti Caldofa di Vortice rientrano anche l'utilizzo di una minore quantità di legna, minori consumi e costi d’approvvigionamento e, ovviamente, meno danni all’ambiente per il taglio degli alberi. Inoltre, anche l'aria viene sterilizzata, garantendo un ambiente pulito, sano e confortevole!

Un piccolo consiglio: le teste di fauno ornamentali possono migliorare l'estetica del caminetto quando non viene utilizzato Caldofa!

Per avere maggiori informazioni, richiedi un preventivo gratuito.

pompe di calore ambiente aziendale

Le pompe di calore in ambiente aziendale

In ambiente aziendale, il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo rappresentano un costo di gestione importante, sia a causa del volume dell'impianto, sia per le caratteristiche di isolamento termico dell'involucro. Le pompe di calore rappresentano una delle soluzioni migliori a livello di efficienza energetica: vediamo come.

Realizzare un impianto con pompa di calore in ambiente aziendale

La maggior parte degli ambienti aziendali è attualmente dotato dei comuni sistemi di riscaldamento alimentati da fonti combustibili (GPL, gas metano, kerosene, gasolio ecc.), attraverso una o più caldaie che forniscono energia termica a diffusori dislocati all'interno dell'edificio, a bassa efficienza sia a livello di consumi che a livello di emissioni di CO2.

Con la pompa di calore, la distribuzione del calore o del fresco avviene attraverso una o più unità esterne e opportune unità interne dislocate nell'ambiente, oppure attraverso l'installazione di uno o più canali di diffusione, che distribuiscono l'aria lungo tutta la superficie interna e che sono collegati ognuno a un'unità interna della pompa di calore. Da questo punto di vista, i condotti tessili microforati hanno grandi vantaggi in termini di rapporto qualità/prezzo, grazie al basso costo di acquisto e di installazione.

Se abbinato a un impianto fotovoltaico, questo sistema consente un notevole risparmio energetico, in particolare nelle aziende che utilizzano maggiormente l'energia durante il giorno e che possono così usare direttamente l'elettricità prodotta dal fotovoltaico.

Quali incentivi economici ci sono per la realizzazione di pompe di calore?

La realizzazione di impianti in pompe di calore in ambiente aziendale beneficia di alcuni incentivi economici.

  • Conto termico: con il nuovo conto termico, che viene riconosciuto a fronte della sostituzione di un sistema di produzione del calore non efficiente con uno più efficiente, il Gestore Servizi Energetici fornisce un contributo economico entro i due o i cinque anni successivi all'esecuzione delle opere, in base alla potenza, al tipo di pompa di calore e altri parametri.
  • Detrazione fiscale del 65%: si applica alla sostituzione della caldaia con una pompa di colore e consente di abbattere il 655 del costo dell'intervento in dieci anni.
  • Contributi regionali: disponibili periodicamente per favorire l'investimento.

Scopri di più sul funzionamento delle pompe di calore in ambiente aziendale nell'articolo dedicato nel nostro blog o su quello di Hitachi, nostro partner.

logo_Chelli_srl_250px

Iscriviti alla Newsletter

Copyright 2022 Chelli srl © P.IVA-05007040487