pompe di calore ambiente aziendale

Le pompe di calore in ambiente aziendale

In ambiente aziendale, il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo rappresentano un costo di gestione importante, sia a causa del volume dell'impianto, sia per le caratteristiche di isolamento termico dell'involucro. Le pompe di calore rappresentano una delle soluzioni migliori a livello di efficienza energetica: vediamo come.

Realizzare un impianto con pompa di calore in ambiente aziendale

La maggior parte degli ambienti aziendali è attualmente dotato dei comuni sistemi di riscaldamento alimentati da fonti combustibili (GPL, gas metano, kerosene, gasolio ecc.), attraverso una o più caldaie che forniscono energia termica a diffusori dislocati all'interno dell'edificio, a bassa efficienza sia a livello di consumi che a livello di emissioni di CO2.

Con la pompa di calore, la distribuzione del calore o del fresco avviene attraverso una o più unità esterne e opportune unità interne dislocate nell'ambiente, oppure attraverso l'installazione di uno o più canali di diffusione, che distribuiscono l'aria lungo tutta la superficie interna e che sono collegati ognuno a un'unità interna della pompa di calore. Da questo punto di vista, i condotti tessili microforati hanno grandi vantaggi in termini di rapporto qualità/prezzo, grazie al basso costo di acquisto e di installazione.

Se abbinato a un impianto fotovoltaico, questo sistema consente un notevole risparmio energetico, in particolare nelle aziende che utilizzano maggiormente l'energia durante il giorno e che possono così usare direttamente l'elettricità prodotta dal fotovoltaico.

Quali incentivi economici ci sono per la realizzazione di pompe di calore?

La realizzazione di impianti in pompe di calore in ambiente aziendale beneficia di alcuni incentivi economici.

  • Conto termico: con il nuovo conto termico, che viene riconosciuto a fronte della sostituzione di un sistema di produzione del calore non efficiente con uno più efficiente, il Gestore Servizi Energetici fornisce un contributo economico entro i due o i cinque anni successivi all'esecuzione delle opere, in base alla potenza, al tipo di pompa di calore e altri parametri.
  • Detrazione fiscale del 65%: si applica alla sostituzione della caldaia con una pompa di colore e consente di abbattere il 655 del costo dell'intervento in dieci anni.
  • Contributi regionali: disponibili periodicamente per favorire l'investimento.

Scopri di più sul funzionamento delle pompe di calore in ambiente aziendale nell'articolo dedicato nel nostro blog o su quello di Hitachi, nostro partner.

come funziona una pompa di calore

Come funziona una pompa di calore?

Tra i sistemi più innovativi e diffusi progettati per riscaldare e refrigerare gli ambienti delle nostre abitazioni troviamo la pompa di calore. Ma come funziona esattamente e come riesce a migliorare il comfort della casa?

Si tratta di un sistema che opera trasferendo energia termica, ossia calore, da un ambiente più freddo ad uno più caldo. L'energia disponibile in natura, quindi, viene portata dall'ambiente esterno all'interno degli edifici, con un ridotto consumo elettrico. Attraverso un unico impianto, è possibile sia riscaldare sia raffrescare gli ambienti, e produrre acqua calda sanitaria.

All’interno è presente un circuito che contiene un fluido o gas refrigerante, un compressore elettrico e due scambiatori.

Tipologie di pompe di calore

I sistemi in pompa di calore si distinguono innanzitutto in monovalente, se la pompa è l’unico generatore di calore utilizzato, e bivalente, se invece l’impianto è supportato da un generatore per il riscaldamento.

Ci sono poi differenti tipologie in base alla fonte utilizzata per estrarre calore (aria, acqua, terra):

  • Aria-Aria: le più diffuse, sfruttano l'energia contenuta nell'aria e sono dotati di sistemi di filtraggio e deumidificazione, ma sono sconsigliate in ambienti con un clima particolarmente rigido;
  • Aria-Acqua: utilizzano l'acqua come vettore per il trasferimento del calore tra esterno e interno;
  • Acqua-Acqua: sfruttano l'energia presente nelle acque di falde o altre sorgenti acquifere;
  • Terra-Acqua: utilizzano come fonte il calore del terreno e, anche se sono più complesse e costose, sono particolarmente indicate per i climi freddi, più efficienti e consumano meno energia.

Come e perché scegliere una pompa di calore?

Prima di installare una pompa di calore in un'abitazione è fondamentale una valutazione accurata della stessa e dei suoi fabbisogni termici. L'installazione può avvenire sia negli impianti di riscaldamento esistenti, in sostituzione della caldaia, che nelle nuove ristrutturazioni o nelle nuove costruzioni scegliendola al posto dei sistemi tradizionali, sempre più in obsolescenza,  anche per le necessità di abbattimento delle emissioni di CO2 dettate da esigenze ambientali planetarie.

Il funzionamento ottimale si ha generalmente quando viene installata in abitazioni nuove, con impianti a pavimento, radiatori a bassa temperatura o ventilconvettori. Un buon isolamento termico dell’edificio, che consenta il contenimento delle dispersioni termiche, permetterebbe di abbassare la temperatura di funzionamento dei radiatori esistenti, rendendo ancora più performante il rendimento della pompa di calore.

Funzionamento pompa di calore

Tra i vantaggi di questo sistema abbiamo:

  • La presenza di un sistema unico per tutte le funzioni
  • Basse esigenze manutentive
  • Un aumento del risparmio fino al 70%
  • Le agevolazioni offerte dalle detrazioni fiscali
  • Una maggiore efficienza energetica
  • Un maggiore rispetto dell'ambiente

Tra i sistemi in pompa di calore che vi proponiamo c'è il Multi Yutampo di Hitachi, di cui vi abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo.